Cronache di spogliatoio
La fidanzata di Dybala: «Così abbiamo scoperto di essere positivi» La fidanzata di Dybala: «Così abbiamo scoperto di essere positivi»
Oriana Sabatini, fidanzata dell’attaccante della Juventus Paulo Dybala, ha rilasciato una lunga intervista a Telefe per parlare dell’emergenza Coronavirus. ISOLAMENTO – «Ci hanno consigliato... La fidanzata di Dybala: «Così abbiamo scoperto di essere positivi»

Oriana Sabatini, fidanzata dell’attaccante della Juventus Paulo Dybala, ha rilasciato una lunga intervista a Telefe per parlare dell’emergenza Coronavirus.

ISOLAMENTO – «Ci hanno consigliato di non vederci, ma dato che io e Paulo abbiamo il Coronavirus, possiamo stare nella stessa stanza. Passiamo le salviette disinfettanti su tutto ciò che tocchiamo, apriamo le finestre, gettiamo via rapidamente la spazzatura. Avevamo una buona scorta di cibo perché sapevamo che sarebbe arrivato, ma abbiamo ancora la possibilità di avere pranzo e cena dal club. Ora l’unica cosa che facciamo è dormire, guardare serie e cucinare. È importante riposare, non fare ginnastica. Ora mi rendo conto che mi scuoto dal nulla, che il sintomo è molto reale, molto evidente. Mio padre è molto preoccupato. Sapevo già che mi sentivo male ma non volevo dirlo a mio padre perché non sapevo se sarei stata in grado di fare il test, quindi mi è sembrato inutile preoccuparmi senza poter dare loro risposte. Quando li ho chiamati ho pensato che a mio padre sarebbe preso un infarto».

SINTOMI – «Forse quelli che che avevo non erano i più importanti, come la febbre e la tosse secca. All’inizio avevo la tosse secca ma poi avevo molto muco. Quindi ho pensato che fosse solo un’influenza. Ha attirato la mia attenzione quando un giorno l’allenamento respiratorio mi è sembrato molto strano, mi sono stancata senza fare nulla. Il test è stato fatto perché alcuni compagni di Paulo avevano già il Coronavirus, e lo hanno fatto a entrambi e ad un suo amico che è sempre con noi. La sera prima ci hanno dato i risultati, Paulo ha detto che aveva freddo. La cosa strana è che i sintomi ci hanno colpito in momenti diversi, Paulo è stato l’ultimo ad averli, un giorno dopo aver effettuato il test, il nono giorno di quarantena».

 

Redazione Cronache

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.