Cronache di spogliatoio
Parma, Kulusevski: «Il mio idolo è Hazard, Ilicic tra migliori al mondo» Parma, Kulusevski: «Il mio idolo è Hazard, Ilicic tra migliori al mondo»
Dejan Kulusevski, esterno d’attacco di proprietà della Juventus in prestito al Parma, ha fatto una diretta Instagram assieme a Gli Autogol. ISOLAMENTO – «Come... Parma, Kulusevski: «Il mio idolo è Hazard, Ilicic tra migliori al mondo»

Dejan Kulusevski, esterno d’attacco di proprietà della Juventus in prestito al Parma, ha fatto una diretta Instagram assieme a Gli Autogol.

ISOLAMENTO – «Come passo il tempo? Leggo, cucino e guardo tutto ciò che riguarda il basket. Gioco alla PlayStation assieme a Brugman, Gagliolo ed Hernani, con loro facciamo tutto insieme. Il gol che mi ha emozionato di più? Il primo gol in Serie A che mi ha cambiato tutto, non è stato bello perché era a porta vuota, ma è stato di sicuro il più importante, contro il Torino su assist di Gervinho. Anche se stiamo a casa D’Aversa ci controlla sempre. Cosa mi piace mangiare? Cucino un po’ italiano e un po’ svedese, il mio piatto preferito è la pasta con le polpette. All’Ikea, poi, sono devastanti».

IL PIÙ FORTE CON CUI HA GIOCATO – «Ilicic è una follia. Fortissimo. Uno dei migliori al mondo, non si discute. Da lui ho imparato tantissimo. Lo chiamano ‘nonna’ ma non è proprio un vecchietto».

IDOLO – «Il mio giocatore preferito è Hazard, vorrei davvero giocare come gioca lui. Copio tanti suoi movimenti, le sue finte di corpo: per me è veramente forte. Il ruolo? Se chiedi a me dico trequartista, ma dipende dal tecnico».

FANTACALCIO – «Mi scrivevano in 2000 ogni giorno, non so perché così tanta gente mi abbia preso all’inizio dell’anno, anche miei amici. Sono contento di fare contenta la gente. Qui tutti parlano del Fantacalcio, sembra più importante del campionato».

IBRAHIMOVIC – «Credo che abbia cambiato la Svezia. Quando lui ce l’ha fatta, molti ragazzi hanno pensato di poterci riuscire anche loro. Ha dimostrato a tutti di potercela fare. Ha origini slave come me, forse anche per questo mi sono immedesimato in lui. È un idolo per tutti. Non l’ho mai conosciuto dal vivo, spero di poter giocare contro il Milan anche per questo motivo. Poterci parlare sarebbe un sogno».

 

 

 

 

Redazione Cronache

No comments so far.

Be first to leave comment below.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.